17
page-template-default,page,page-id-17,strata-core-1.1,strata-theme-ver-3.3,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive

Vino e Cucina

Vino e Cucina: il Veneto tra calice e piatto.

Il Veneto è terra di storia e di cultura, anche enogastronomica. In questa sezione vogliamo proporti qualche idea direttamente dalla nostra cucina, naturalmente accostandola alle migliori bollicine.
Che dire? Buon appetito e... salute!

RISOTTO AL RADICCHIO E SALSICCIA

Il risotto al radicchio è un piatto molto buono e gradito da tutti, che unisce il sapore del radicchio trevigiano con quello del riso e della carne di maiale. È una ricetta della cucina popolare veneta: il gusto leggermente amaro del radicchio autoctono, pur ammansito dalla salsiccia, sposa perfettamente un abbinamento contrastato con un vino leggermente abboccato, come l’EXTRA DRY- VITI DI BACCO.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

400 gr. di Riso
80 gr. di Burro
70 ml di Vino bianco secco
1 Cipolla
2 salsicce
200 gr. di Radicchio rosso
40 gr. Grana padano grattugiato
Brodo vegetale q.b
1 spicchio d’aglio
Sale q.b.

PREPARAZIONE:

Portate a ebollizione il brodo. Fate appassire la cipolla tritata nel burro sciolto. Appena diventa trasparente aggiungete il radicchio tagliato a listarelle; triturate l’aglio e mettete a rosolare la salsiccia senza budello per qualche minuto fino a farle prendere colore. Ora il riso e lasciatelo rosolare. Dopo qualche minuto versatevi il vino e lasciate evaporare. Una volta evaporato aggiungete man mano il brodo fino a cottura completa. Una volta cotto aggiungete il burro rimasto, il formaggio grattugiato, un po’ di sale e mescolate.
Accorgimenti: durante la cottura continuate a mescolare il riso, per evitare che si attacchi al tegame.

SARDE IN SAOR

Le sarde in saor sono una tipica ricetta della cucina veneziana: il pesce azzurro pescato in laguna viene esaltato dagli ingredienti della terra per un sapore deciso, tipico del territorio veneto. L’abbinamento naturale è senz’altro con un Brut o comunque con un prosecco medio-secco, come il nostro BRUT VITI DI BACCO.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

600 g di sarde fresche
2 cipolle
4 dl di aceto di vino bianco
50 g di pinoli
50 g di uvetta
50g farina
olio di oliva q.b.
sale q.b.

PREPARAZIONE:

Pulite le sarde staccando la testa ed eliminando l’intestino, quindi apritele a libro e deliscatele. Lavatele con cura sotto l’acqua fredda corrente, asciugatele, poi infarinatele leggermente e friggetele nell’olio molto caldo; toglietele con il mestolo forato quando saranno ben rosolate su entrambi i lati e mettetele su carta assorbente da cucina a perdere l’unto in eccesso. Sbucciate e affettate le cipolle, mettetele in una padella con qualche cucchiaio di olio caldo e fatele soffriggere a fuoco molto moderato fino a quando inizieranno a dorarsi appena.
.
Versate l’aceto e lasciatelo sobbollire per qualche minuto, quindi togliete dal fuoco. Fate uno strato di sarde in una terrina non troppo grande, salatele leggermente e sopra disponete una parte delle cipolle sgocciolate, irrorate con un po’ di aceto caldo, cospargete con pinoli e uvetta, precedentemente ammollata in acqua tiepida e ben strizzata, e proseguite con questi strati.
Alla fine versate tutto l’aceto rimasto, che dovrà coprire per intero i pesci. Sigillate la terrina con pellicola trasparente e lasciate marinare le sarde in un luogo fresco almeno per un giorno prima di servire.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi